Sul MOSE si sono sentite le cose più improbabili in questi anni, in particolare dopo lo stop interposto dopo l’esplosione dello scandalo del 2014.

Dalle chiacchiere della (stucchevole) commedia goldoniana, all’operosità competente per completare e mettere in funzione  un’Opera geniale e fondamentale 

Una voce autorevole che sovrasta il frastuono di molte chiacchiere da bar sport ed esprime analisi e valutazioni confortevoli, per i veneziani soprattutto, ma anche per coloro che hanno sempre pensato ed auspicato che alla base dell’Opera ci fossero un pensiero scientifico ed una rigorosa progettualità ingegneristica, purtroppo boicottata, contaminata e ritardata dalla presunzione intellettuale e dalla corruzione politica (Dino Bertocco)

L’ing Giovanni Cecconi ne parla diffusamente in una recente intervista televisiva.